Questa è la sezione FAQ (Frequently Asked Questions), ossia le domande poste più frequentemente allo staff di Ketovis. L’esigenza di questo sistema di informazione nasce dal fatto che, con l’aumentare della complessità dell’argomento trattato, come della complessità stessa della struttura del sito o del semplice numero di utenti, ci troviamo spesso sommersi da una mole di email che pongono sempre le stesse domande, tale che risulta impossibile, o poco efficiente, rispondere a tutti singolarmente.

Che cos'è Ketovis?

Ketovis è un protocollo alimentare di 10 giorni che riproduce gli effetti benefici e detossificanti del digiuno.

Ketovis favorisce l’ottimizzazione dei marcatori metabolici, l’equilibrio del colesterolo, la riduzione della massa grassa (aiuta a perdere peso) e l’autofagia cellulare (rinovamento cellulare).

Cosa trovo dentro il box?

Ketovis è un box che contiene 4 prodotti:

  • 1 confezione di Aminovis (Aminoacidi essenziali);
  • 1 confezione di Idrovis (Vitamine e Minerali);
  • 1 Shaker da 300ml;
  • 1 Diario alimentare che spiega esattamente cosa mangiare durante i 10 giorni.
Cosa si mangia durante i 10 giorni?

Durante i 10 giorni, al fine di replicare il digiuno, è necessario mangiare solo verdure. Tutti i nutrienti che le servono, infatti, sono contenuti in Ketovis. Gli aminoacidi essenziali di Aminovis, infatti, sono come le proteine, ma a differenza delle proteine, gli aminoacidi non vengono "digeriti" e sono immediatamente disponibili per il mantenimento della massa magra (muscoli e tessuti). Idrovis, invece, è un mix di vitamine e minerali, e citrati di magnesio e potassio come agenti alcalinizzanti.

A cosa serve questo protocollo?

Questo protocollo ha lo scopo di mantenere il corpo in uno stato di digiuno, pur mangiando, ma senza gli effetti collaterali tipici del digiuno, come ad esempio il deperimento e la fame. Durante i 10 giorni, non si soffrirà la fame e si noteranno molti benefici.

Ketovis è sicuro?

Ketovis contiene prodotti sicuri e notificati al Ministero della Salute con codice n.122343 e n.122368. E' prodotto da un'azienda certificata secondo i più rigidi standard di buona produzione e fabbricazione europei.

Seguire le indicazioni del foglietto illustrativo per avere una maggiore chiarezza d'uso.

Quali sono le controindicazioni?
In caso di gravidanza/allattamento, Diabete di tipo 1 e insufficienza renale, si consiglia di sentire il medico prima dell'uso.
Si può assumere in caso di Ipotiroidismo?

Grazie ad alcuni componenti fondamentali nella sintesi delle selenoproteine (che sono coinvolte nel metabolismo degli ormoni tiroidei), Dimavis® 1000mg non è dannoso per la tiroide.

Uno studio degli scienziati italiani Nordio M. e Basciani S. dell’università La Sapienza di Roma (Int J Endocrinol. 2017;2017:2549491. doi: 10.1155/2017/2549491. Epub 2017 Feb 15.), ha dimostrato come l’effetto combinato di alcuni componenti, presenti in Dimavis® 1000mg, possa assicurare un normale funzionamento della tiroide in pazienti affetti da problematiche come Tiroide Autoimmune e Ipotiroidismo.

Una tiroide efficiente, infatti garantisce la giusta produzione di ormoni tiroidei, indispensabili per regolare il metabolismo.

Si può assumere in caso di gravidanza e allattamento?

Anche se assumere Dimavis® 1000mg non è controindicato in caso di gravidanza e/o allattamento,in questa fase è sempre consigliabile sentire il proprio medico prima di iniziare un trattamento dimagrante.

Si può assumere in caso di fegato grasso?

In caso di Steatosi Epatica (Fegato grasso) Dimavis® 1000mg è molto indicato poiché, appunto, è un detossificante epatico. Quindi si, può assumere Dimavis® 1000mg.

Cosa fare in caso di Stipsi?

La stipsi si può contrastare bevendo molta acqua (3 litri al giorno) e facendo movimento. Durante il trattamento, è consentito l'utilizzo di preparazioni erboristiche lassative, prive di zuccheri.

Anche l'assunzione di alimenti ricchi di prebiotici naturali, quali cipolle, asparagi, carciofi, porri, banane, aglio, cicoria e indivia belga, aiuta contro la stitichezza, contribuendo a riequilibrare la flora intestinale.

E’ necessario che nell’organismo ci sia un buon livello di idratazione bevendo regolarmente e introducendo ai pasti verdure ricche di acqua di vegetazione (vari tipi di insalate a foglia verde, indivia, cetrioli, finocchi).